Digital Distribution Bundle: F.A.Q. Frequently Asked Questions

Procedure generali

Prima di avviare la fase contrattuale, è possibile ottenere una valutazione dei brani in fase embrionale presentando i propri provini in formato MP3, accompagnati dai testi autoriali, i files dovranno essere caricati al seguente link: http://trbrec.com/form-valutazione

Per confermare ed attuare la sottoscrizione al servizio Digital Distribution Bundle ed il relativo contratto di distribuzione digitale per la pubblicazione di ogni progetto discografico, sarà necessario seguire i seguenti passaggi:

1) Stampare il contratto preliminare inviato via email, firmarlo nell’apposita voce a pagina 2, effettuare una scansione del documento firmato ed inviarlo tramite seguente link: http://trbrec.com/ddb-upload-contract
– OPPURE
In alternativa, utilizzare il seguente strumento gratuito per firmare il documento: https://tools.pdf24.org/it/firma-pdf e non appena firmato il contratto digitalmente, scaricare il file firmato ed effettuarne l’invio utilizzando il seguente link: http://trbrec.com/ddb-upload-contract

2) Per la sottoscrizione del contratto (nel caso fosse stato richiesto un pagamento):

  • E’ possibile effettuare il pagamento dell’intero importo stabilito da contratto con PayPal utilizzando il link: https://paypal.me/trbrec
  • Oppure è possibile effettuare il Bonifico Bancario del pagamento rateale o dell’intero importo sempre come indicato da contratto:
    Istituto: CheBanca! S.p.A. – Gruppo Bancario Mediobanca
    IBAN: IT73V0305801604100572040972
    Intestatario: Andrea Tognassi

3) Compilare l’apposito form online per l’inserimento dei dati necessari alla stipulazione del contratto di pubblicazione delle singole opere dei propri progetti discografici: www.trbrec.com/ddb-contract

4) Una volta compilata la modulistica, nell’arco di 24/48 ore invieremo il contratto di pubblicazione via e-mail;
Una volta ricevuto si richiede di stamparlo, firmarlo nell’apposita voce, effettuare una scansione o fotografia del documento firmato ed inviarlo sempre tramite il seguente link: http://trbrec.com/ddb-upload-contract
– OPPURE
In alternativa, utilizzare il seguente strumento gratuito per firmare il documento: https://tools.pdf24.org/it/firma-pdf e non appena firmato il contratto digitalmente, scaricare il file firmato ed effettuarne l’invio utilizzando il seguente link: http://trbrec.com/ddb-upload-contract

5) Effettuare l’upload dei brani audio in versione Master definitivo al seguente link: http://trbrec.com/ddb-upload-master
OPPURE
Se è necessario effettuare il mastering dei brani, inviarli tramite il seguente link (a -4/-6 db di volume): http://trbrec.com/ddb-upload-premaster, in ogni caso consigliamo fortemente di attenersi ai requisiti tecnici indicati nelle FAQ relative al Mastering: http://trbrec.com/ddb-faq

6) Nel caso si disponga di una copertina, effettuare l’upload tramite il seguente link: http://trbrec.com/upload-ddb-cover
OPPURE
Nel caso si necessiti di una copertina, compilare l’apposito form online per la richiesta della sua realizzazione, fornendo tutto il materiale richiesto al seguente link: http://trbrec.com/form-front-cover

7) Si richiede di prendere attenta ed approfondita visione delle nostre FAQ, rispettando i tempi tecnici previsti per ogni attività come espressamente indicato al seguente link: http://trbrec.com/ddb-faq

I semplici passaggi dalla voce 3 alla 7, andranno ripetuti per la distribuzione e promozione di ogni nuovo progetto discografico.

Il contratto discografico si intende valido solo dopo dopo che verrà firmato digitalmente oppure stampato, firmato su carta, scansionato ed inviato utilizzando il seguente link: http://trbrec.com/ddp-upload-contract, a quel punto il contratto verrà ritenuto valido.

La TRB rec riceve grandi quantità materiale musicale ogni mese. La valutazione, sulla quale è basata la nostra proposta, si basa non solo su un ipotetico “valore artistico” del brano o dell’album in questione, ma anche sulla presenza online dell’artista, con un’occhio di riguardo all’utilizzo dei social media, alla fan base esistente, alle potenzialità del prodotto artistico all’interno del mercato discografico.

Con la TRB rec non esistono stringenti vincoli e limitazioni alla libertà artistica. La nostra proposta è unica nel suo genere. TRB rec, come etichetta indipendente, ha alle spalle 10 anni di esperienza. Un cammino iniziato nel 2008, spaziando in una grande varietà di generi ed artisti diversi fra loro.

In quanto artisti, non si è vincolati in alcun modo all’etichetta. Si potrà decidere cosa e quando distribuire la propria musica con noi. Solo la distribuzione digitale dei brani scelti per le varie distribuzioni con TRB rec saranno vincolati per un solo anno di distribuzione rinnovabile. Gli artisti potranno in qualsiasi momento non rinnovare la propria iscrizione annuale o disdire il proprio abbonamento, in tal caso, al termine dell’anno di distribuzione, i brani distribuite verranno rimossi dal mercato, senza conseguenze di alcun tipo, se non il termine della collaborazione.

Riteniamo fondamentale la tutela dei nostri artisti e delle loro opere che andremo a pubblicare, pertanto, nel caso si affrontasse una collaborazione con un artista ospite nel proprio progetto musicale, consigliamo fortemente di stipulare una semplice scrittura privata tra l’artista principale/gruppo dell’opera ed il collaboratore dell’eventuale featuring autorale e/o compositivo e/o interpretativo di performance musicali e/o cantato.

Diamo la possibilità ai nostri artisti di tutelarsi tramite un’apposita “Liberatoria di prestazione artistica musicale” scaricabile ed utilizzabile in forma gratuita al seguente link: http://trbrec.com/liberatoria-artistica

Il contratto è stipulato sul nome d’arte scelto dall’artista al momento della sottoscrizione dello stesso, a cui è prettamente legato anche il nostro investimento; di conseguenza deve rimanere invariato. 

E’ possibile richiedere una variazione del nome d’arte – che farebbe ripartire da zero le nostre attività promozionali – solo al seguito del pagamento di una penale dell’importo di euro 200,00, necessaria per la stipulazione della nuova documentazione contrattualistica, la quale riporterà il nuovo nome d’arte.

Ovviamente nel nuovo contratto verrà richiesto il solo eventuale importo residuo delle rate ancora da versare relative al precedente contratto stipulato dall’artista.

Per procedere con la richiesta di variazione, occorre effettuare il pagamento sul seguente conto corrente:

Istituto: CheBanca! S.p.A. – Gruppo Bancario Mediobanca
IBAN: IT73V0305801604100572040972
Intestatario: Andrea Tognassi

Oppure tramite PayPal: https://paypal.me/trbrec

Qualora l’artista esprimesse unilateralmente la volontà di interrompere la collaborazione con TRB rec, potrà utilizzare l’apposita disdetta relativa al “Contratto discografico Digital Distribution Bundle” scaricabile al seguente link: http://trbrec.com/ddb-disdetta

Una volta stampata va firmata, scansionata ed inviata – allegando espressamente copia di un documento d’identità in corso di validità – all’indirizzo email: [email protected]

Invio brani e mastering

Se i brani sono già pronti per la pubblicazione in formato master definitivo, per velocizzare le pratiche di gestione dei brani, chiediamo gentilmente di inviarci i brani audio dell’intero progetto discografico il cui formato audio dei file sia .WAV oppure .AIFF a 44.100Hz e 16bit ed il loro volume tra i -0,1 ed i -0,3 dBFS, l’invio dovrà essere effettuato tramite il seguente portale appositamente dedicato: www.trbrec.com/ddp-upload-master

È possibile usufruire gratuitamente del nostro servizio di mastering di un’unica singola traccia pre-master per ogni brano contenente tutte le registrazioni pre-missate. Il volume di una singola traccia pre-master si deve aggirare ad una soglia tra i -4 ed i -6 dBFS, da esportate in formato WAV o AIFF a 44.100Hz (o superiori) e 16bit o possibilmente a 24bit. Se il materiale inviato non rispetterà i requisiti tecnici richiesti, verrà comunicato e non sarà preso in considerazione per la lavorazione. L’invio dei brani audio in formato pre-master può essere effettuato al seguente link: www.trbrec.com/ddb-upload-premaster

ATTENZIONE: Non verranno presi in considerazione per mastering o distribuzione file compressi (es. MP3, M4A, WMA) o non rispettanti le caratteristiche richieste.

Le registrazioni vocali e strumentali ed il loro missaggio sono da ritenere a spese degli artisti. Dove effettuarle sarà una scelta assolutamente libera.

La nostra attività consiste nello scaldare in channel strip ed equalizzare la traccia audio esportandola in un singolo pre-master il quale poi verrà sottoposto a processo di mastering. Voi riceverete il master definitivo di ogni brano a noi consegnato.

La finalizzazione dei brani sarà responsabilità di TRB rec, che se ne prenderà cura  a livello professionale, con una lavorazione ad hoc per ogni prodotto. I supporti fondamentali per questa fase sono rappresentati dall’utilizzo di software e hardware di alto livello in uno studio specializzato in mastering.

La cura del materiale grezzo è responsabilità degli artisti. La TRB rec potrà consigliare gli artisti a riguardo e si riserva il diritto di valutare il materiale come idoneo o meno alla masterizzazione.

Servizi grafici

Compilando i form online ai seguenti link:

www.trbrec.com/form-front-cover – form per realizzazione front cover.

Occorre inviare una breve descrizione del genere di cover che si intende realizzare ed è possibile anche caricare materiale fotografico per descrivere il mood richiesto o per essere utilizzato per la realizzazione della cover.
N.B. Se si desidera utilizzare una foto per la realizzazione della propria cover, occorre che la foto sia di alta qualità in formato file JPG o PNG di dimensione uguali o maggiori a 3000×3000 pixels e 300 DPI in RGB; non sono consentiti screen da videoclip o scatti fotografici amatoriali.

I tempi tecnici di realizzazione per una copertina sono di 10 giorni lavorativi.

Nel caso si disponga già di una cover per il proprio progetto discografico, chiediamo gentilmente di verificare innanzitutto che rispetti i seguenti standard: Formato file JPG o PNG di dimensione uguali o maggiori a 3000×3000 pixels e 300 DPI in RGB (non sono consentiti layers, color masks, filtri o guide per ritaglio). Una volta verificato o modificato il formato, chiediamo di inviare il file definitivo tramite i seguente link dedicato: www.trbrec.com/upload-ddb-cover

N.B. Tutte le copertine complete pervenute saranno esaminate dal nostro staff non solo per le dimensioni e formato, ma anche per la loro qualità.
Se il materiale grafico inviato non supererà il controllo qualità rispondente a standard industriali correnti per la pubblicazione e promozione dell’opera, verrà richiesto all’artista di affidare la realizzazione della copertina al nostro studio grafico, oppure di richiedere un nuovo progetto grafico professionale al suo grafico di fiducia.

 

A seguito di ogni pubblicazione discografica, TRB rec fornisce ad i suoi artisti un Player Web promozionale (es. https://player.believe.fr/v2/3614977945669) attraverso il portale del proprio distributore.

Distribuzione

L’etichetta si avvale fondamentalmente del servizio di distribuzione digitale della piattaforma Believe Digital, distribuendo il vostro lavoro sui principali Digital Store/Music Streaming in ben 240 paesi.

E’ importante sapere che iTunes (rispetto a molti altri store e servizi di music streaming) ha diritto ad apportare eventuali adeguamenti alle pubblicazioni per soddisfare i propri requisiti di formattazione. Questo non rientra sotto il controllo di TRB rec o dei nostri distributori di musica digitale The Orchard/Sony Music o Believe Digital.

Ad esempio, tra i requisiti di formattazione comuni per i titoli di pubblicazioni ed i rispettivi brani, i nostri distributori impostano automaticamente nel sistema una formattazione in lettere maiuscole/minuscole per titoli di album, titoli dei brani e nomi degli artisti, in quanto ciò ci consente di rispettare le norme di formattazione previste principalmente da iTunes ma anche da alrti store e servizi di music streaming.

Da Gennaio 2019 TRB rec ha stretto una partnership con un nuovo distributore internazionale Symphonic Distribution ed ha iniziato a migrare o ha già migrato le release precedentemente distribuite con i precedenti distributori.

Symphonic Distribution riceve solitamente le rendicontazioni dagli store digitali e streaming ogni 60 giorni, ma solitamente deve accertarsi dei dati ricevuti prima di procedere all’invio dei report ai propri clienti.
 
Nella tabella di seguito riportiamo le tempistiche con cui Symphonic fornirà i risultati alla nostra azienda per il periodo di riferimento:

Periodo di riferimento Data di pagamento prevista
Rapporto di Gennaio 31 Marzo – 5 Aprile
Rapporto di Febbraio  30 Aprile – 5 Maggio
Rapporto di Marzo 31 Maggio – 5 Giugno
Rapporto di Aprile 30 Giugno – 5 Luglio
Rapporto di Maggio 30 Luglio – 5 Agosto
Rapporto di Giugno 30 Agosto – 5 Settembre
Rapporto di Luglio 30 Settembre – 5 Ottobre
Rapporto di Agosto  31 Ottobre – 5 Novembre
Rapporto di Settembre 30 Novembre – 5 Dicembre
Rapporto di Ottobre 30 Dicembre – 5 Gennaio
Rapporto di Novembre 31 Gennaio – 5 Febbraio
Rapporto di Dicembre 28 Febbraio – 5 Marzo

Sarà possibile richiedere la rendicontazione delle royalties in qualsiasi momento, inviando una mail al seguente indirizzo: [email protected]

 

Una volta che un nuovo progetto discografico entra in distribuzione, Spotify verifica automaticamente il nome d’arte, se risulta già esistente lo associa alla relativa pagina artista anche nel caso in cui vi siano due o più artisti diversi ma con lo stesso nome d’arte, in alternativa crea per lui una nuova pagina, finché la pagina non viene gestita rimane anonima e priva informazioni quali fotografia, biografia, concerti.

Solo una volta che l’artista prende il management della propria pagina la stessa viene certificata da Spotify (spunta nel cerchio blu accanto al nome d’arte). Per gestire la propria pagina è necessario utilizzare l’applicazione Spotify for Artists, tutte le informazioni a riguardo sono reperibili al seguente link: https://artists.spotify.com

PAGINA ARTISTA SU SPOTIFY:

Finalmente ogni artista può richiedere un proprio profilo artista su Spotify anche senza un minimo di 250 follower.
Con un profilo artista Spotify, l’artista ha la possibilità di aggiornare il proprio profilo in totale autonomia ( aggiornare la foto, l’intestazione e creare playlist).

Per essere verificato, l’artista deve avere accesso a Spotify For Artist ( è possibile richiedere l’accesso al seguente link: https://artists.spotify.com

Una volta che la  richiesta è stata accolta, il profilo artista ottiene il segno di spunta verificato e sarà possibile accedere a una dashboard dei dati di ascolto e gestire il profilo modificando l’immagine, aggiungendo la biografia, canali social, date eventi, ecc.

E’ ovviamente possibile gestire la pagina anche tramite l’apposita app Spotify For Artist, disponibile su iOS e Android.

Per essere verificato, l’artista deve avere accesso a Spotify For Artist; è possibile richiedere l’accesso al seguente link: https://artists.spotify.com e seguire le istruzioni qui sotto:


1 ) accedere al sito Spotify For Artists: https://artists.spotify.com/ 


2) clicca su “GET ACCESS”


3) Cliccare su “ARTISTS OR MANAGER”



4) Cliccare su “CONTINUE”:



5) Accedere con il proprio account Spotify. Se non si ha ancora un account Spotify, è possibile crearne uno:


6) Ricercare il profilo artista da certificare:


Una volta che la richiesta è stata accolta, l’artista/band riceverà una mail di convalida ed il profilo artista otterrà il segno di spunta verificato; a questo punto sarà possibile accedere ad una
dashboard dei dati di ascolto e gestire il profilo modificando l’immagine, aggiungendo la biografia, canali social, date eventi e molto altro ancora.

E’ ovviamente possibile gestire la pagina anche tramite l’apposita app Spotify For Artist, disponibile
su iOS e Android.

– AGGIUNGERE L’ETICHETTA COME TEAM MANAGER AL PROPRIO PROFILO SPOTIFY FOR ARTISTS

Una volta creato il profilo artista su Spotify For Artist occorre aggiungere l’etichetta Digital Distribution Bundle come Team Manager al fine di permettere al nostro team di supportare l’artista al massimo sulla piattaforma e richiedere all’etichetta anche di proporre le release in uscita a Spotify per le Playlist ufficiali.

Per far ciò occorre accedere al Spotify per artisti e cliccare sulla piccola freccia accanto al proprio nome. Si avrà accesso ad un menù dal quale scegliere “Manage Team“che porterà in una pagina su cui cliccare “Invite Team Member” da qui è possibile poi inserire l’indirizzo email del team (inserire la seguente email: [email protected]) e scegliere accesso “full”.

Una volta inviata la richiesta il contatto apparirà sotto il nome dell’artista come “invited” e, dopo l’accettazione, il contatto dell’etichetta apparirà sopra il vostro contatto come Team Manager.

E’ severamente vietato l’utilizzo da parte degli artisti di sistemi di promozione aggressiva soprattutto sugli streaming Spotify, in quanto questo tipo di attività viene rilevata dall’algoritmo di Spotify e comporta, non solo il mancato pagamento degli streaming generati, ma soprattutto segnalazioni da parte della piattaforma stessa.

L’utilizzo di servizi di streaming fraudolenti (generati da Playlist bot), comporta, infatti, la segnalazione della frode da parte di Spotify al nostro distributore internazionale con la rimozione definitiva dell’opera da Spotify e di conseguenza anche la chiusura di ogni rapporto contrattuale da parte della nostra azienda con l’artista coinvolto per giusta causa.

Perché gli artisti indipendenti dovrebbero stare attenti alle frodi in streaming? 

L’acquisto di flussi falsi (insieme a molte altre pratiche illegali) sulle principali piattaforme di streaming come Spotify non è una novità. Con la stessa facilità con cui gli utenti fraudolenti possono rubare la musica di un artista per riscuotere royalties, possono anche acquistare stream da terze parti illegali e falsificarli con bot illegali e click-farm. Tra le più comuni, le terze parti che promettono posizionamenti di playlist o un numero specifico di stream in cambio di un compenso, utilizzano probabilmente pratiche illegittime a tua insaputa.

Sebbene la tecnologia universale sia abbastanza avanzata da rendere facile per le persone utilizzare strategie black hat come queste, Spotify ha lavorato instancabilmente per implementare le proprie migliori pratiche e sistemi per combattere la manipolazione dello streaming sulla propria piattaforma.

Ad esempio, Spotify utilizza una combinazione di algoritmi e revisione manuale da parte dei dipendenti per rilevare flussi fraudolenti e mirare a rimuovere account utente falsi e filtrarli su base continuativa, nonché per richiedere agli utenti di reimpostare le password che sospettano siano state compromesse.

I problemi causati dalle frodi in streaming in questo settore, avvenuti intenzionalmente od accidentalmente, possono quindi danneggiare la carriera di un artista per gli anni a venire.

Quattro buone ragioni per NON utilizzare servizi di streaming fraudolenti:

1. Ruba entrate legittime agli altri artisti indipendenti.
I servizi di streaming funzionano con un sistema chiamato modello di “pool condiviso”, che suddivide tutti gli introiti in base al numero totale di flussi accumulati. Quindi, se i numeri vengono sabotati da flussi falsi, i veri musicisti con flussi onesti non ottengono i soldi che meritano.

2. Limita le opportunità future.
Numeri più alti non equivalgono a più talento, e tutti lo sanno. Non è difficile capire se gli streaminga generati siano falsi, e quando lo sono, l’artista ottiene solo un notevole danno alla propria immagine.
Quando le etichette vedono che un artista ha falsificato le sue migliaia di “ascoltatori”, condividono queste informazioni con l’industria. Quindi l’artista perde affidabilità e tutte le opportunità che sarebbero potute emergere se fosse stato onesto e avesse lavorato per veri fan come tutti gli altri.

3. Il tuo account verrà sospeso e/o disattivato.
Con la tecnologia in continua evoluzione di oggi, le piattaforme di streaming si sono adattate per essere in grado di individuare automaticamente stream e artisti fraudolenti. Una volta scoperto, il tuo account verrà sospeso o disattivato del tutto, costringendoti a ricominciare dal punto di partenza.

4. Infine, stai semplicemente sprecando tempo e denaro.
Il fatto è che tutto il tempo e i soldi che speso falsificando i flussi ed usando tattiche fraudolente per imbrogliare, potrebbero essere stato impiegato per un marketing legittimo, annunci adeguati e altre tattiche perfettamente legali per migliorare organicamente i propri risultati.

La chiave è fare le dovute ricerche e trovare servizi affidabili. Alcuni servizi affermeranno di procurare migliaia di stream o follower durante la notte e ciò che stanno realmente facendo è usare i loro bot per imbrogliare il sistema.

Il nostro consiglio è di porre molta attenzione negli investimenti e fare sempre le dovute ricerche su ogni azienda di promozione. 

Occorre infatti sempre ricordare che nessuno arriva al successo da solo, ma sempre affiancato da veri professionisti.
TRB re offre servizi di marketing legittimi per aiutare gli artisti indipendenti a realizzare i loro obiettivi. Dalla strategia di marketing, alla creazione di contenuti social, attività di ufficio stampa e molto altro.

Tutti i nostri servizi di marketing e promozione sono disponibili sul nostro store.

Non c’è modo di guadagnare improvvisamente migliaia di ascoltatori mensili durante una sola notte. Ci sono, tuttavia, un sacco di modi legittimi per farlo accadere nel tempo. Il trucco è elaborare una strategia saggia, fare sempre le giuste ricerche e lavorare per crescere con un team eccezionale che ti aiuti lungo la strada.

Nell’arco di pochi giorni dall’uscita in distribuzione digitale della release, YouTube tramite un algoritmo riconosce automaticamente i brani distribuiti da TRB rec ed attribuisce al distributore Symphonic Distribution o Believe Digital la monetizzazione di tutti i video caricati su YouTube contenente il brano distribuito (in qualsiasi canale del mondo), nel caso in cui il canale sia monetizzato, il gestore del canale potrebbe ricevere l’email con l’oggetto “È stato presentato un reclamo per violazione del copyright per i contenuti”. La monetizzazione di quel brano partirà dalla messa in distribuzione dell’opera e verrà rendicontata come da percentuali contrattuali con l’artista.

E’ possibile ricevere una mail di claim da parte di YouTube in merito alla violazione di copyright sui videoclip caricati sul proprio canale artista YouTube contenenti la propria musica in distribuzione con la nostra etichetta, in quanto con i nostri distributori è stato attivato YouTube Content ID, che riconosce infatti la monetizzazione di tutti i video caricati sulla piattaforma YouTube contenente il brano distribuito in qualsiasi canale del mondo.


Il gestore del canale che ha pubblicato contenuti in cui è presente la musica da noi distribuita, potrebbe quindi ricevere una email con l’oggetto “È stato presentato un reclamo per violazione del copyright per i contenuti” comparendo sotto la descrizione video di YouTube anche la seguente informazione: Rivendicato da: [Merlin] Symphonic Distribution (a nome di Digital Distribution Bundle)


Questo significa che la monetizzazione delle visualizzazioni di quel video sono state rivendicate dal nostro distributore Symphonic Distribution il quale inoltrerà a noi quei proventi che verranno suddivisi con i nostri artisti come da percentuali accordate contrattualmente. Ciò non comporta quindi alcun problema in caso il materiale sia stato realizzato dai produttori stessi del brano il quale successivamente è stato da noi distribuito.


YouTube Content ID garantisce ai nostri artisti un controllo continuo sull’utilizzo della loro musica da parte di terzi sull’intera piattaforma YouTube a livello mondiale e conferisce all’artista la monetizzazione di quel brano ogni volta che viene caricato da qualsiasi utente sulla piattaforma YouTube.

PR e Booking

La TRB rec provvede alla promozione, e  non alla realizzazione, dei videoclip contenenti brani musicali con noi pubblicati, tramite l’attivazione di due strategie fondamentali:

  • una campagna virale che aumenterà sensibilmente visualizzazioni ed interazioni con i video in base alle qualità dello stesso.

L’investimento verrà stabilito sulla base della qualità dei video rilasciati e della potenzialità dei brani in essi contenuti. Il giudizio sul videoclip sarà di volta in volta stabilito dal board della TRB rec. I prodotti non ritenuti professionali e non all’altezza della produzione non verranno utilizzati dalla TRB rec a fini promozionali.

Il nostro servizio di booking è targettizzato per genere musicale e per regione. Questo significa che gli artisti vengono inseriti nel nostro database e in quello di agenzie partner, come la Rebel Sound Italy e saranno proposti ai locali ritenuti più idonei alle proprie esigenze. Il tutto sarà sempre svolto nel rispetto della volontà e libertà artistica e personale.

Contrattualmente non saranno garantite un numero di esibizioni. In realtà non esistono in Italia agenzie di booking che garantiscano contrattualmente un determinato numero di esibizioni se non tramite l’esborso di cifre importanti  (si parla di cifre superiori ai tremila euro per avere la garanzia di sei esibizioni live in un anno, senza specificare quali locali saranno e soprattutto dove). Questa non è la politica di TRB rec. La percentuale del 30% sarà trattenuta dalle sole date che troveremo noi (o le nostre agenzie partner). Non vi sarà alcuna esclusiva contrattuale a riguardo. Sarà possibile quindi continuare a cercare autonomamente e/o collaborare con altre agenzie. L’obiettivo principale è che i nostri artisti suonino il più possibile.

Link utili e tempistiche

Demo/provini:

http://trbrec.com/upload-demo – link per il caricamento di demo/provini per ricevere consulenza artistica.

Contratti:

http://trbrec.com/ddb-contract – form per fornire i dati contrattuali necessari ad ogni distribuzione.

https://tools.pdf24.org/it/firma-pdf – sito per la firma digitale dei contratti.

http://trbrec.com/ddb-upload-contract – link per il caricamento dei contratti firmati.

Mixing & Mastering:

http://trbrec.com/upload-master – brani in versione master pronti per la distribuzione.

http://trbrec.com/ddb-upload-premaster – tracce audio in versione pre-master da masterizzare.

Grafiche:

http://trbrec.com/form-front-cover – form per realizzazione front cover

http://trbrec.com/upload-ddb-cover – copertine pronte per la pubblicazione.

  

Per garantire uno svolgimento organizzato ed efficace delle attività discografiche e per rendere dunque impeccabile il servizio nei confronti degli artisti, questi devono tenere presente e rispettare i seguenti tempi tecnici:

  • Consegna materiale: consigliamo almeno 30 giorni lavorativi prima della data di pubblicazione;
  • Valutazione demo/provini: mediamente 3-5 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta;
  • Realizzazione grafica: 4-8 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta;
  • Realizzazione master: 2-3 giorni lavorativi per ogni brano pre-master ricevuto;
  • Creazione release e inserimento nella programmazione di uscita: 4-8 giorni lavorativi;
  • Comunicazione esibizioni live: verranno comunicate almeno 1 settimana prima dell’evento.